Vai al contenuto

Sognando California

Sarà che ormai piove da tempo immemore e mi sembra di essere catapultata in Cent’anni di solitudine, sarà che ho più voglia di sole e mare di quanta ne avevo di cioccolato quando ero incinta, sarà che la mia a mica Giovanna continua a postare foto bellissime del suo soggiorno a Los Angeles.

Fatto sta che mi sono svegliata “Sognando California”, mare, palme, tramonti infuocati, surf e gli outfit più cool che si può!

Ma vediamo la Gio’ (designer, stylist e modella) dove mi porterebbe se andassi a trovarla…

IMG-20180117-WA0046

Prima cosa, la stravagante e caratteristica Melrose Avenue.

Luogo pioniere di avventurosi commercianti e ristoratori indipendenti, Melrose Avenue ha catturato l’immaginazione globale come il luogo di nascita delle culture New Wave e Punk della California meridionale durante gli anni Settanta e Ottanta. Rapidamente anche le stelle del cinema se ne innamorarono e con loro magnati e cercatori di stile, portando la stampa a chiamare Melrose Avenue “la nuova Rodeo Drive”.

Camminando in questa vasta strada ci sii immerge nel contesto evoluzionistico che caratterizza Los Angeles, una città che non si ferma mai, non dorme mai, ma produce sempre nuovi concetti di arte e moda che anticipano i trend in tutto il resto del mondo. “Durante questi mesi ho notato una preponderante vibrazione anni ’90, l’ideale di “relax” e “good vibes” che veniva inneggiato dagli studenti di Beverly Hills 90210 sembra essere tornato a in voga nei nostri giorni.” mi scrive Giovanna. E basta pensare al ritorno delle bag-belt anni ’90 … chi l’avrebbe mai detto!

Santa Monica & Venice Beach

I quartieri di Venice Beach e Santa Monica sono i due tra i più famosi di LA, dove hanno preso vita la maggior parte dei film cult e della musica che ancora oggi segna le nostre vite. Camminando sul lungomare che collega i due distretti si respira un’aria sospesa nel tempo: qui le culture si mischiano, si amalgamano, noncuranti di colori della pelle, provenienza, lingue..

East Jesus & Salvation Mountain

Un posto circondato dal nulla, nel bel mezzo del deserto a circa tre ore da Los Angeles. Questa città creata dieci anni fa da un gruppo di artisti è il fulcro di una comunità in continua evoluzione, che accoglie opere di oltre 200 artisti. Si definisce come una sorta di organizzazione no profit per il “benessere pubblico” basata sulla sperimentazione, il sostenibile, l’educazione artistica e la condivisione. Tutto può essere toccato, bisogna interagire con le opere, si può inoltre lasciare ciò che si vuole, e in minima parte si può prendere, l’importante e non rompere nulla. Molti oggetti sono appuntiti, fatti in vetro, ferro, plastica, quindi bisogna essere accorti nel toccarli, ma come dice Nerly, una delle signore che si occupano di preservare questo villaggio: “Non vi preoccupate se le opere vi tagliano o vi fanno male, il vostro sangue non farà altro che contribuire all’arricchimento dell’anima di queste opere. Siamo tutti parte di questo mondo, ma non sappiamo che ogni cellula del nostro corpo può contribuire ad un mutamento spirituale che va oltre la materialità.”

E ora parliamo di outfit L.A. inspired: parole d’ordine denim, frange and Coachella style!

 

Annunci

6 pensieri riguardo “Sognando California Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: