Vai al contenuto

Latte e dolcezza. Ma anche tacchi e notti d’amore. Ecco perchè non vedo l’ora di partorire.

Ultima settimana di gravidanza… sembra ieri che ho scoperto di aspettare una bambina! E invece eccoci qua.

Cosa farò quando nascerà? Mi godrò piccoli momenti che solo un neonato puà regalarti: osserverò incantata quei piedi così piccoli, adorerò gli sbadigli gustosi tipici dei bambini, il sederino e le gambe pieni di rinseghe, quell’odore di latte misto a dolcezza… Si, ci sono aspetti della prima fase della maternità davvero belli e aggiungerei unici.

Ma… ecco il ma, mi riapproprierò anche del mio corpo. Di solito chi scrive di maternità parla delle magliette sempre sporche di latte, dei capelli in disordine, delle corse trafelate per arrivare a tutto, delle notti insonni e via di seguito. Tutto vero. Ma oggi voglio pensare a quelle piccole grandi cose di cui potrò finalmente riappropriarmi… penserate che sono un po’ cinica o materialista.

Può darsi, ma ecco cosa farò:

  1. L’amore… finalmente nel mio corpo, con il mio compagno e una nuova gioia da condividere. Si, un pò romantico ma anche un po’ fisico, rifarò tanto l’amore!
  2. Rimetterò i tacchi. Direte voi: “ma con la bambina e la carrozzina sarà dura, quasi impossibile, figuriamoci, le mamme indossano tutte le scarpe da ginnastica.” E’ vero, sarò in tenuta comoda il 99% del tempo ma troverò dei momenti, delle uscite a cena o non so nemmeno io cosa per rimetteremi la mia meravigliosa collezione di scarpe con tacco. E all’inizio anche vertiginosi, perchè è così tanta la voglia che dovrò riniziare davvero strong.
  3. Andrò in bicicletta. Firenze è meravigliosamente in piano, percorribile tutta in bici, piena di parchi. Tornerò in bici con Nicco, una delle cose che io e lui facevamo sempre, per arrivare al Giardino dell’Orticoltura o in Fortezza. Il vento nei capelli e uno strano senso di libertà quasi infantile. Ebbene si, mi manca la bicicletta.
  4. Rinnoverò il mio armadio. Che meraviglia: i miei jeans, le giacche strette, i pantaloni a palazzo, le camicie avvitate, i vestitini… E poi qualche sana seduta di shopping terapeutico che in questi mesi ho dovuto quasi interrompere con evidenti conseguenze sulla mia psiche. E forse direte voi: “Almeno ci ha guadagnato il tuo portafoglio!” Purtroppo no perchè in compenso ho comprato una marea di roba per la mia bambina.
  5. Infine, ma questa sarà la cosa più difficile e soprattutto più lontana dalla nascita: mi godrò un bel Cosmopolitan. Dovrò aspettare un po’ di mesi, lo so… dopo l’allattamento. Ma quel giorno sarà un bel godimento.

Bene gente, vi aggiorno presto. Voi intanto immaginatemi già a fare shopping in bicicletta con tacco 10 dopo una notte di amore.

Ah dimenticavo: siete curiosi o no di sapere il nome? Seguitemi su instagram… presto ve lo dirò!

Annunci

8 pensieri riguardo “Latte e dolcezza. Ma anche tacchi e notti d’amore. Ecco perchè non vedo l’ora di partorire. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: